News

Coesia.jpg
News
barra azzurra.png

13 gennaio 2022

Una fila che arrivava quasi oltre l’albero di Natale, senza contare i genitori che insieme ai loro figli hanno preferito prendere il numero e fare un giretto.

 

Il ritorno della clinica mobile in Piazza Maggiore a libero accesso, inaugurata ieri per la somministrazione dei vaccini ai bambini e ragazzi dai 5 ai 20 anni, ha avuto successo.

 

Un invito raccolto nonostante il freddo, che fa ben sperare: 60 le somministrazioni solo nella prima ora.La clinica resterà in piazza per tutto gennaio.

 

Avanti così!

Pasquali.jpg
News
barra azzurra.png

12 gennaio 2022

Oggi abbiamo salutato Luigi Pasquali.

 

Tutta la comunità, insieme alla Sindaca di Argelato, Claudia Muzic, i è stretta attorno ad Antonella, a tutta la famiglia, agli affetti più cari.

 

La commozione nel ricordare una persona straordinaria come Gigi è stata tanta.

La grande competenza e capacità, unite alla passione, l’impegno dimostrato sul territorio, così come per il mondo del volontariato, saranno sempre un punto di riferimento di altissimo valore.

 

Per sempre con noi.

david sassoli.jpg
News
barra azzurra.png

11 gennaio 2022

David Sassoli è stato tra i nostri migliori e più convinti rappresentanti politici e istituzionali per il progetto di un'Europa giusta, libera, antifascista e solidale.

 

Prezioso il suo impegno per avvicinare l'Unione, il Parlamento Europeo ai cittadini e alle cittadine, perché gli Stati Uniti d'Europa come comunità di scelta non restino solo un sogno.

 

Continueremo, con molta più fatica, ma lo faremo anche come PD Bologna proprio grazie alla strada che Sassoli ha tracciato.

Federica Mazzoni

Roggiani.jpg
News
barra azzurra.png

10 gennaio 2022

Solidarietà a Silvia Roggiani travolta da una vergognosa gogna mediatica.

 

Minacce, violenza verbale, incitamento allo stupro, sotto al post del viceministro Alessandro Morelli, che vede una foto di Silvia insieme ad una sua dichiarazione estrapolata.

 

Una modalità di comunicazione non nuova a diversi membri della Lega, che espone ad offese ed insulti.

 

Quando c’è di mezzo una donna la situazione spesso degenera, e tutto questo è intollerabile. Basta.

 

Un forte abbraccio a Silvia. 

 

Alice Morotti - Conferenza Donne PD Bologna
 

Mazza.webp
News
barra azzurra.png

10 gennaio 2022

Le buone notizie, che fanno rumore e danno speranza. Sabato pomeriggio Michela Mazza, Segretaria del circolo Strazzari del Circolo PD Strazzari, trova una borsa per strada. Oltre agli effetti personali, documenti e quant’altro, ci sono 2.000 euro.

Michela non ha dubbi; la porta alla polizia locale che rintraccia la proprietaria, Mirella una signora di 86 anni, che la ringrazia tante, tantissime volte.

Un bel gesto, di quelli che si vorrebbe leggere ogni giorno, che racconta quanto ogni singola azione individuale possa essere profondamente Politica, con la P maiuscola, orientata non solo al proprio interesse immediato ma al bene comune.

È così che deve essere il nostro PD, il nostro Partito Democratico di Bologna, per trasformare la società.

Grazie a Michela per l'esempio e per avercelo ricordato.

Federica Mazzoni - Segretaria PD Bologna

foto @etv

Pasquali1.jpg
News
barra azzurra.png

9 gennaio 2022

Non ci sono parole per descrivere il dolore e lo sconforto per la perdita di un’altra persona importante per la nostra comunità e il mondo del volontariato.

Luigi Pasquali ci ha lasciati ieri sera.

Portavoce del Forum del Terzo Settore, ex sindaco di Argelato ed ex direttore di Auser, Luigi era un uomo che credeva nella politica, quella vera, a servizio dei cittadini e dei territori.A disposizione delle fasce più deboli.

Un uomo che alle parole preferiva i fatti, mettendosi sempre all’opera, dando una mano, creando una comunità che avesse nella solidarietà la sua missione fondamentale, con impegno, passione, perseveranza.

Con il suo sorriso ti accoglieva, sapevi che su di lui potevi contare.Il vuoto da colmare sarà enorme. Cara Antonella Di Pietro siamo accanto a te, a tutta la famiglia, agli amici, ad Auser Bologna.

Grazie per tutto quello che hai fatto, non sarà dimenticato.

Ammendola 2.jpg
News
barra azzurra.png

8 gennaio 2022

Una notizia terribile ed inaspettata.

Ci lascia un amico, un fratello, un compagno. Michele Ammendola era questo e tanto altro di più.

Era di quelle persone che prima di sé stesse mettono gli altri.

Mettendo a disposizione la propria energia, e l’indimenticabile vitalità, per progetti di solidarietà, per contribuire in maniera concreta ad una società realmente aperta.

“La nostra ricetta è semplice: ci occupiamo di ridare dignità e forza alle persone più fragili”, si legge nella presentazione della pizzeria solidale Porta Pazienza, dove Michele era la colonna portante. E questa frase lo racconta.

Racconta delle sue battaglie. La lotta alla mafia. L’autismo come sfida del nostro tempo. Esserci per il prossimo, creare lavoro, le giuste opportunità, una società più equa.

Un esempio che non potremo dimenticare, che porteremo avanti attraverso le sue sfide, che sono anche le nostre.

Ci stringiamo con tutto l’amore possibile attorno ad Alessandra, Francesco e Luca, alla pizzeria Masaniello, al Circolo La FattoriaANGSA Bologna e al Napoli Club Bologna.

foto cobas.jpg
News
barra azzurra.png

6 gennaio 2022

Succede ancora una volta.

90 lavoratori vengono licenziati con un whatsapp, dando il ben servito il 31 dicembre, proprio un buon anno viene da pensare.

Si tratta di operai che lavoravano al blocco 3.2 dell'Interporto di Bologna, a darne la notizia è il sindacato Si Cobas.

Nel testo del messaggio non solo viene indicata la terminata collaborazione, ma vengono in qualche modo colpevolizzati: “errori fatti sicuramente da entrambe le parti” Una modalità disumana nei confronti di persone che già lavorano in un settore precario, dove il subappalto, come in questo caso, è all’ordine del giorno, e dove spesso gli stipendi sono al ribasso per mere logiche di profitto.

Come se non bastasse il sindacato informa che da qualche mese gli operai lamentavano scarsa sicurezza, irregolarità e sfruttamento da parte dell’azienda.

La nostra vicinanza sarà massima, vogliamo vederci chiaro sulla situazione.

Foto del Resto del Carlino

GianniCelati.jpg
News
barra azzurra.png

3 gennaio 2022

“Bisogna sempre riuscire a immaginare quello che c'è là fuori, altrimenti non si potrebbe fare un solo passo”.

Bologna oggi perde un grande maestro, un intellettuale defilato, un incredibile osservatore del mondo.

Analitico, anticonvenzionale.

Un’eredità che resterà per sempre nella nostra storia, come nel cuore degli studenti al Dams, dove ha insegnato Letteratura angloamericana.

Addio grandissimo Gianni Celati.

Tubertini.jpg
News
barra azzurra.png

3 gennaio 2022

Questo è ciò che è accaduto nella notte del 1 gennaio nel circolo PD Tubertini a BorgoReno.

 

Bruno Tubertini è stato un militante del PCI arrestato nel 1937 perché appartenente all'organizzazione antifascista bolognese attiva all'interno dei sindacati fascisti. Fu liberato nel 1943. Ha combattuto nella 7a Brigata Garibaldi sull'Appennino modenese.

 

Non si tratta solo di un atto vandalico ma di un segnale politico da non sottovalutare, sia nel caso di gesto dettato da colpevole ignoranza, che da volontà premeditata.

In entrambi i casi non intendiamo far passare l'episodio nel silenzio e lanceremo una nuova progettualità di educazione e cultura politica antifascista e democratica.

 

In accordo con la Segretaria del circolo, Mirella Zocca che ringrazio insieme a tutto il PD BorgoReno, stiamo organizzando la pulizia della serranda e della targa per domani mattina, 4 gennaio, alle ore 9 in via Normandia 14 Q, nel pieno rispetto delle regole anticovid.

Federica Mazzoni - Segretaria PD  Bologna

Uno bianca Rapido 904.jpg
News
barra azzurra.png

23 dicembre 2021

La Città metropolitana di Bologna oggi ricorda due tragedie.

 

Quando 31 anni fa la scia di sangue lasciata dalla banda della Uno Bianca colpì due giovani vittime nell’assalto al campo nomade di via Gobetti, Rodolfo Bellinati e Patrizia Della Santina, di 30 e 34 anni, e vennero ferite in modo grave una bimba di sei anni e un’altra donna di 34.

 

E la strage del treno Rapido 904, di matrice fascista-mafiosa, dove persero la vita 16 persone, tra queste tre bambini, all’altezza della Grande Galleria dell'Appennino il 23 dicembre del 1984; 267 furono i feriti a causa della violenta esplosione.

 

Atti criminali spietati, nei confronti di innocenti, che continuano a vivere nella nostra memoria, lasciando aperte ferite che non potranno mai rimarginarsi.

 

Alle vittime, alle famiglie, va il nostro pensiero.

Girotti.jpg
News
barra azzurra.png

22 dicembre 2021

Michele Girotti era una persona stimata e molto amata.

 

Eletto Consigliere comunale a Castel Maggiore, nel 2019, ha sempre dato un importante contributo per il bene comune, per costruire una società migliore, vicina alle persone e ai territori.

 

Dal mondo dell’associazionismo sportivo, dove era molto conosciuto, alle Feste de L’Unità.

 

Sapere della sua scomparsa, a soli 52 anni, ci addolora profondamente.

 

Un abbraccio forte alla famiglia, ai suoi colleghi/e consiglieri, insieme alla Sindaca Belinda Gottardi e a tutta la comunità di Castel Maggiore.

f.mazzoni.jpg
News
barra azzurra.png

17 dicembre 2021

Federica Mazzoni da ieri sera è ufficialmente Segretaria del Partito Democratico di Bologna.

 

Nuovo Presidente dell'Unione Metropolitana PD di Bologna è Virginio Merola, Vicepresidenti Antonello De Oto e Federica Orsi.

 

L’assemblea ha votato il nuovo tesoriere Valerio Gualandi.

San giorgio di piano.jpg
News
barra azzurra.png

14 dicembre 2021

Aveva appena compiuto 5 anni quando i soldati nazisti uccisero la madre e la sorella di 9 anni durante l’eccidio di San Giorgio di Piano.

 

Luciano Battaglia quel giorno si salvò perché coperto dai loro corpi.

 

Oggi, a 80 anni, ha deciso che “prima di sparire” voleva lasciare qualcosa per aiutare i bambini.

 

Ha donato 10 mila euro alla scuola dell’infanzia intitolata all’epoca alla sorella, Aurora Battaglia, per comprare nuovi giochi e finanziare progetti per migliorare l’apprendimento.

 

Un gesto d’amore.

Fondazione sant'orsola.jpg
News
barra azzurra.png

9 dicembre 2021

Un lettino digitale in grado di curare in maniera sicura ed efficace i tumori dei bimbi.

 

Grazie ad una raccolta fondi partita all’inizio del 2020 la Fondazione Sant’Orsola ha donato al Policlinico uno strumento unico al Mondo nella cura delle leucemie acute.

 

Riduce di un terzo le recidive e aumenta fino al 91 per cento la sopravvivenza.

 

La prima bimba sottoposta al trattamento ha sette anni e ha guardato per tutto il tempo i cartoni animati preparati dallo staff della radioterapia, ed ora altri quattro bambini sono stati inseriti in lista per la terapia.

 

Avanguardia e solidarietà, insieme